BAMBINI.it
BANNER BAMBINI.IT
Versione mobile
VISITE DAL 04/10/98
BAMBINI.it
BAMBINI BAMBINI
HOME PAGE BAMBINI.IT
BAMBINI
BAMBINI BAMBINI BAMBINI
BAMBINI
  Novità
  Letture
  Viaggi
    Comunicati
  Video
    per bambini
    per genitori
    per insegnanti
  Newsletter
 

Piccolo corso di Internet



Enciclopedie su Internet

Negli anni ’90 i genitori che hanno acquistato un’enciclopedia per i figli l’hanno scelta su cd-rom e non cartacea. Anzi, uno degli argomenti preferiti dai venditori di computer, prima all’avvento di Internet, era proprio il sostenere l’utilità di un computer per i figli venduto con enciclopedia inclusa.
L’esperienza personale nell’acquisto di cd-rom enciclopedici, artistici e scientifici mi porta a pensare che:

1)      Le enciclopedie universali su cd-rom e cartacee non hanno più senso visto la rapidità dell’evoluzione in ogni settore della scienza e la possibilità di ottenere informazioni praticamente su ogni argomento usando Internet. Va però detto che fare una ricerca scolastica su Internet può richiedere molto tempo e una certa abilità da parte dell'utente. Inoltre è possibile scaricare gratuitamente gli aggiornamenti delle enciclopedie su cd-rom come Omnia delle De Agostini (http://www.deagostini.it/omnia2000/home.htm) o La Rizzoli Larousse (http://www.rizzolilarousse.rcs.it/aggio/index.htm).

2)      Le enciclopedie a tema, ad esempio l’eccellente Encyclomedia di Eco, o le varie gallerie d’arte od i cd-rom specifici su un particolare argomento, continuano a mantenere un vantaggio sul cartaceo perché contengono informazioni multimediali. Ad esempio un cd-rom sulla Galleria degli Uffizi di Firenze contiene percorsi guidati sonori ed animati, oltre che varie mappe storiche, biografiche e tematiche, i quadri e le sale della galleria.

3)      Il vantaggio del cartaceo su cd-rom rimane la non obsolescenza. Io ho cd-rom, ad esempio su Ebla (la città) o su Leonardo (l’inventore) che su Windows 98 non sono riuscito a rivedere fino a quando non ho reinstallato Windows 3.1.Un libro che mi ha lasciato il nonno è leggibile anche dopo un secolo, come la bibbia di Gutenberg all'indirizzo http://prodigi.bl.uk/gutenbg/default.asp .

Internet è un’enorme ipertesto (“Insieme strutturato di informazioni di varia natura, collegate secondo gerarchie e connessioni logiche” secondo il dizionario di Devoto/Oli), in pratica un’enciclopedia dove è possibile cercare qualcosa per associazione di idee e tramite le parole con cui la descriveremmo, facendoci clic sopra.

Internet quindi si presta benissimo alla ricerca di informazioni su un argomento, o anche alle ricerche per bambini delle elementari cui anch’io ho provato a collaborare. Lo stesso manuale cui appartiene questa pagina ne è la dimostrazione, perché è stato costruito al 99% cercando materiale su Internet.
Per usarlo in questo modo è sufficiente imparare ad usare i motori di ricerca, spiegati in un capitolo precedente.

A proposito di Internet è stata creata un’enciclopedia storica contenente le versioni storiche di decine di migliaia di siti e pagine. Un lavoro incredibile all’indirizzo http://www.archive.org . Abbiamo trovato archiviate una ventina di versioni del sito Bambini.it .

Le scuole fanno grande uso di questi strumenti, e vi sono anche biblioteche e negozi che affittano ad ore l’uso di computer mettendo a disposizione decine di enciclopedie su cd-rom per fare ricerche scolastiche come http://members.xoom.com/dgweb/M_Planet/ oppure per collegarsi ad Internet.

Dopo questa premessa visitiamo alcune risorse enciclopediche su Internet:
Qui la lingua inglese la fa da padrona, perché gli inglesi e gli americani hanno dimostrato di non temere cali di vendite, mettendo online le loro opere più famose come l’enciclopedia Britannica integrale all’indirizzo http://www.britannica.com/ e The concise Electronic Columbia Enciclopedia all’indirizzo www.encyclopedia.com e un sito ispirato all’Oxford dictionary all’indirizzo http://www.askoxford.com/ , o il dizionario dei sinonimi e dei contrari Roget http://www.thesaurus.com/ ed il Webster http://www.m-w.com/netdict.htm o la versione online di Encarta della Microsoft http://encarta.msn.com  ed in informatica il dizionario  Jargon http://www.tuxedo.org/~esr/jargon/ e vari dizionari multilingue presenti su http://www.yourdictionary.com/ . Molte altre enciclopedie sempre prevalentemente in inglese sono elencate all’indirizzo http://www.lib.utulsa.edu/eresources/refcenter/encyclopedias.htm.
Ci sono anche progetti come la Nupedia, dove ognuno può partecipare, all’indirizzo http://www.nupedia.com/ o http://www.gnu.org/encyclopedia/ .C’è poi il corposo progetto dell’enciclopedia Multimediale delle scienze filosofiche all’indirizzo http://www.emsf.rai.it/ .
In italiano abbiamo un'enciclopedia nel sito della casa editrice UTET all'indirizzo http://www.piazzadante.it/link.home.qws e Il sapere della casa editrice De Agostini all'indirizzo http://www.sapere.it/ e Parolevive all’indirizzo http://www.parolevive.it/ ed il dizionario tecnico IT all’indirizzo http://www.sententiae.it/asp/search.asp ed infine http://www.superdante.it dal ministero dei beni culturali contenente testi, manoscritti e file audio.

Ovviamente gli aggiornamenti online sono immediati a differenza di quelli cartacei.

Dal punto di vista scolastico abbiamo poi la Kidopedia, enciclopedia scritta dai bambini per i bambini all’indirizzo http://www.kidlib.org/kidopedia/  e l’enciclopedia E-conflict http://www.emulateme.com/ con le bandiere, la storia e la geografia di tutte le nazioni , creata per aumentare la conoscenza fra culture diverse e diminuire i conflitti .

Ci sono poi particolari motori di ricerca tematici, come http://www.refdesk.com/edusrch.html o come il più noto AskJeeves http://www.ajkids.com/  , database con milioni di domande e risposte memorizzate ed il sito di Discovery channel http://www.discovery.com/  con servizi sulla natura ed una grafica stupenda come il sito di National Geographic http://www.nationalgeographic.com/ .

Ogni anno la CIA americana mette online il libro dei fatti http://www.odci.gov/cia/publications/factbook/index.html , simile al nostro Calendario Atlante De Agostini.

Il Cremlino invece ha messo online il sito http://www.abamedia.com/rao/index.html con un milione di foto scattate durante il periodo del comunismo.

In Italia abbiamo siti come Cronologia sulla storia a http://www.cronologia.it/librodl.htm o http://www.globalgeografia.com/ sulla geografia, o il sito per la scuola Sussidiario diviso per materie all’indirizzo http://sussidiario.it/index.shtml , L’enciclopedia della Fantascienza all’indirizzo http://www.fantascienza.com/edf/ ,  l’Addizionario per gli insegnanti delle elementari http://www.di.unito.it/ADDIZIONARIO/  o indici per materia come http://www.netscuola.it/doc/studenti/studio/studio.htm .

Ci sono anche delle guide per la rete come Virgilio che hanno messo insieme percorsi per argomenti alla pagina http://genio.virgilio.it/genio/asp/ListaDomande.asp?IDCan=7 nati sotto forma di domande e risposte. Potete provare poi a scrivere la parola faq in qualsiasi motore di ricerca e vedere cosa succede. Faq è l’abbreviazione di frequently asked questions e sono elenchi di domande e risposte che si creano a partire dai newsgroup, in cui ogni nuovo arrivato si sente in diritto di fare domande già fatte da altri e di interesse comune. Per evitare di dover sempre ripetere le stesse cose si creano le faq.

Torna all'indice

alessio@alessiosperlinga.it
©2001::BAMBINI.it